GINNASTICA RITMICA

La ginnastica ritmica è nata dall’esigenza di unire i principi della ginnastica con la musica e la danza, con la conseguenza di dare vita ad una espressione moderna, appassionante e spettacolare, molto seguita a livello Mondiale riconosciuta come disciplina olimpionica.

Uno sport affascinante che esalta in ogni ginnasta, la flessibilità, la coordinazione ed il senso ritmico; uno sport che, singolarmente o in gruppo, permette alle atlete di sperimentare un’infinità di movimenti, crearne di nuovi e di interpretare coreografie che esprimono armonia, eleganza e dinamismo.

Obiettivi

Lo scopo della ginnastica ritmica è quello di favorire lo sviluppo armonico dei praticanti, il perfezionando multilaterale delle loro capacità motorie, il rafforzamento della salute. La ginnastica ritmica insegna ad osservare le regole del comportamento estetico, forma i concetti relativi alla bellezza del corpo, educa il gusto ed il senso della musicalità.

Un posto importante nella ginnastica ritmica viene occupato dalla danza e dalla musica.

L’accompagnamento musicale sviluppa l’orecchio, il senso del ritmo, la capacità di coesione con la musica stessa. Gli elementi della danza ampliano l’orizzonte motorio delle ginnaste migliorando i movimenti.

Gli esercizi della ginnastica ritmica corrispondono alle particolarità anatomo-fisiologiche dell’organismo femminile.

La ginnastica ritmica si prefigge di raggiungere lo sviluppo armonico generale, oltre che il portamento delle ginnaste.

I suoi mezzi ( danza, giochi con accompagnamento musicale, esercizi con o senza l’uso dell’attrezzo) vengono utilizzati nelle metodiche d’insegnamento a partire dalle scuole dell’infanzia.

La ginnastica ritmica è un tipo di sport che richiede alte capacità coordinative. I mezzi fondamentali sono:

esercizi senza attrezzo ( equilibri, onde, slanci, salti ecc.)

esercizi con l’attrezzo ( cerchio, palla, fune, clavette, nastro ).